domenica 3 novembre 2019
64-0802
La Futura Dimora Dello Sposo Celeste E Della Sposa Terrestre

Cari Fratelli e Sorelle,

Chi è venuto nei nostri giorni? Chi ci ha parlato domenica scorsa? Chi ci parla ogni volta che PREMIAMO PLAY?

Ma quando venite a dire: “Io e il Mio Padre siamo Uno”, e queste altre cose, allora il guscio si sottrae da Esso. All’apertura dei Sette Suggelli, Apocalisse 10, l’intera Parola deve rinascere nella manifestazione, e confermata tramite lo Spirito di Dio, nella piena forza come fu quando Lui era qui sulla terra; manifestata nello stesso modo, facendo le stesse cose che fece quando era qui sulla terra. Amen! Ebrei 13:8, disse: “Gesù Cristo è lo stesso ieri, oggi, e in eterno”.

Gloria a Dio, in che giorno viviamo. Che gente privilegiata siamo di riconoscere chi siamo, di avere l’Apocalisse che ci sta parlando, e di desiderare solo di ascoltare quella Vera Autentica Parola.

Ascoltate ancora una volta come Egli ci dice chi siamo attraverso il Suo messaggero:

E io dico che c’è una Chiesa Eletta da qualche parte in questo mondo, che è tirata fuori e messa in disparte da quelle cose, e la manifestazione di Dio ha attirato la Sua attenzione…

…Ma la vera, genuina Chiesa Sposa porterà alla luce l’intera Parola di Dio, nella Sua pienezza e nella Sua forza…

Noi siamo quella genuina Signora Sposa Eletta nella Sua pienezza e nella Sua forza.

Ora che abbiamo riconosciuto chi siamo, ascoltiamoLo che ci dice dove stiamo andando e come sarà quella città, mentre ci raduniamo intorno al Suo Trono l’uno con l’altro da tutto il mondo nelle nostre Chiese a Casa dei Nastri e ascoltiamo: 64-0802 “La Futura Dimora Dello Sposo Celeste E Della Sposa Terrestre”.

Vorrei che iniziassimo la nostra domenica mattina uniti in preghiera alle 9:00, poi alle 12:00, facendoGli sapere quanto Lo amiamo e perché Lui ci apra il cuore per ascoltare mentre ci dice tutto della nostra NUOVA DIMORA che ora sta preparando per noi. Ci uniremo quindi nelle nostre Chiese a Casa alle 14:00 quando ascolteremo la nostra LETTERA D’AMORE PRONUNCIATA A NOI.

Aspettando con ansia di trascorrere l’eternità con ognuno di voi nella nostra Nuova Dimora.

Fr. Joseph Branham